Scaloppina ai funghi - Accademia del Fungo della Sila

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scaloppina ai funghi

Le Ricette > Secondi Piatti

Questa è stata un’estate anomala dovuta alle abbondanti piogge seguite dal caldo e i funghi spuntano in montagna.

Si dice che il re del bosco non sia il lupo, ma il fungo porcino.

Il fungo porcino cambia solo nel sapore e nell’intensità del colore del cappello, in linea generale è uguale come forma in tutta la penisola italiana ed è proprio con questa varietà di fungo che voglio proporvi questa ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

-8 fettine tagliate sottili di filone di maiale
-1 noce di burro
-olio di oliva q.b.
-sale q.b.
-farina q.b.
-20 cl di vino bianco
-200 grammi di funghi porcini freschi

Procedimento:

La preparazione di questa ricetta è molto semplice: si comincia dal tagliare le fettine di maiale molto sottili.

Dopo laviamo i funghi e li tagliamo a fettine e prendiamo una padella antiaderente. Versiamo al suo interno un po’ di olio di oliva e mettiamo due pezzi di aglio. Li facciamo soffriggere perbene e poi li leviamo e mettiamo i funghi. Li facciamo cuocere a fuoco moderato per circa 20 minuti, li aggiustiamo di sale e pepe e li mettiamo in un contenitore.

Dopo prendiamo le fettine di maiale, le passiamo nella farina sia da un lato che dall’altro, prendiamo la padella antiaderente che avevamo utilizzato per cuocere i funghi mettiamo al suo interno tre noci di burro e un filo d’olio, facciamo sciogliere il tutto perbene e poi mettiamo le fettine di maiale e le facciamo rosolare due minuti da un lato e due minuti dall’altro.

Sfumiamo con il vino bianco, possibilmente secco e non molto corposo, quando facciamo sfumare il vino. La fiamma deve essere allegra; quando sarà sfumato il vino abbassiamo la fiamma e aggiungiamo i funghi che avevamo trifolato e inseriamo un mestolo di acqua e continuiamo la cottura per circa 5 minuti. Dopo controlliamo sale e pepe.

Prendiamo 4 piatti piani e mettiamo al loro interno due fettine di maiale e sopra un mestolo di funghi, un po’ di prezzemolo tritato per decorazione e serviamo a tavola ben caldi.

ABBINAMENTO:

I funghi si possono abbinare bene con un bianco secco non molto corposo, io consiglio o un Terre di Cosenza o un Cirò bianco servito fresco.

Accademia del fungo della Sila
nasce per valorizare i funghi che nascono
sull'Altopiano Sila nei mesi dell'anno
e divulgare le vare ricette e preparazioni
Camigliatello Silano
Via della Repubblica N. 100)
00393494549311
accademiadelfungosilano@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu